L’anima non soffre!

Cos’è l’anima per voi?

Spesso vi abbiamo detto – e nel libro Nascita e periplo di un’anima è espresso per voi un primo chiarimento – che, per poter sperimentare la vita nella materia densa, avete bisogno di uno strumento adatto.

Quindi, gli Dei Creatori, i grandi Esseri di Luce o le grandi Gerarchie di Luce danno, agli esseri che si incarnano in una qualsiasi sfera, la possibilità di scegliere un corpo adatto al mondo in cui andranno, ma anche alla missione o alle esperienze che avranno scelto di vivere.

Il vostro corpo può funzionare solamente con quella parte impalpabile, inesistente per l’essere umano, invisibile, che chiamate “anima”. È l’anima che fa funzionare il corpo. La prova: quando l’anima abbandona il corpo, il corpo si decompone!

I motori che sono l’anima e la parte divina danno, attraverso l’Amore, la possibilità al corpo fisico di sperimentare e trasmettere tutte le sue sperimentazioni concentrate all’anima.

Torniamo su questo argomento perché è importante che comprendiate il processo delle vite passate e soprattutto cosa significa “ripulire le vite passate”, “purificare le sofferenze dell’anima”. Cercheremo di farvi comprendere meglio tutto questo.

L’anima non soffre: è immateriale. Dal momento in cui vi incarnate, potete essere collegati con una o più sfere (che sono piccole parti della vostra anima madre) di una o molte delle vostre vite passate.

Tuttavia, la personalità umana è quella che è, per poter vivere meglio le esperienze dolorose della vita e discolparsi, gli esseri umani, nella loro mente, dicono semplicemente che stanno “ripulendo” alcune vite passate.

Devono già compiere un gran lavoro per ripulire il loro vissuto nella materia, di cinquanta, sessanta, settanta, ottanta o cent’anni (che non sono nulla per l’Universo); devono già trasformare loro stessi!

Ovviamente, siete collegati con le vostre molteplici sfere, ed è per questo che, durante alcune terapie, potete essere consapevoli di altre esistenze. Tuttavia, se ne soffrite, è perché vi appropriate di una sofferenza che non vi appartiene più, che appartiene ad un’altra vita che avete vissuto altrove e che rimane da qualche parte, ma non ha l’importanza che le date voi nella vita presente.

Certi ricordi e certe sensazioni possono intensificare le vostre emozioni. Se non siete più in armonia con la vostra vita, se vi ribellate o state soffrendo – probabilmente per giustificare la mancata accettazione delle vostre esperienze – potete dire a voi stessi (e questo è molto comodo per gli esseri umani): sto subendo la legge karmica, mi sto ripulendo, sto pagando per delle vite passate in cui ho commesso qualche azione.

Potevate dire così prima del 2012, ma adesso dovete apprendere altre cose, dovete avere un’altra consapevolezza di ciò che siete, del vostro corpo, della piccola «sfera anima» che vive in voi, della profonda relazione con la vostra anima-madre, con tutte le altre sfere (questo accade nell’inconscio) e con la vostra parte divina.

Sappiate che adesso state sperimentando la materia. Fino a quando sarete lì, avrete lo strumento necessario per sperimentare la vita nella materia. Tuttavia, durante la vostra vita, siccome non sempre siete stati in armonia con una certa sofferenza che, ancora una volta, è stata creata dalla scelta delle esperienze, dalla dualità nei confronti di voi stessi, dalla mancata accettazione di ciò che siete o dalla dualità con gli altri, avete creato una sofferenza che spesso vi lega inconsciamente ad un problema non appartenente alla vita che avete nel mondo attuale.

Nulla può alterare l’anima! L’anima esiste in modo talmente sottile che la coscienza umana non può nemmeno definirla! Essa è immateriale, indefinibile; non ha alcuna realtà sul vostro mondo di terza dimensione, nel vostro mondo in cui tutto è tangibile, dove tutto è materia, dove potete vedere, toccare, sentire!

La vostra anima, per il vostro modo di agire, non può né vedere, né toccare, né sentire. Al contrario, la vostra anima dirige in qualche modo il veicolo che è il vostro corpo per permettervi di vivere le vostre sperimentazioni.

I vostri scienziati hanno delle teorie rispetto alla vita, al cosmo, all’Universo. Essi hanno creato degli strumenti che permettono loro di misurare lo spazio, il tempo, tutta una serie di cose che riguardano unicamente il mondo nel quale vivete! Ancora una volta, l’uomo dispone di strumenti che gli permettono di fare ricerche, ma solo a livello umano.

Dal momento in cui superate il livello umano, avete una consapevolezza totalmente differente di tutto ciò che vi circonda, del cosmo, dell’Universo, del vostro sistema solare, del Sole. Nessuno strumento, se non quelli relativi alla vita terrestre, può farvi comprendere la realtà della Vita oltre la materia e il vostro corpo.

Ma torniamo all’anima! Essa vi guida, vi aiuta, ma non avete ancora del tutto la capacità di collegarvi a ciò che è in quanto parte di voi, che certamente esiste, che ha un’esistenza molto più importante e praticamente eterna rispetto ai vostri molteplici corpi.

Quindi, è necessario che abbiate aperto una porta, che siate realmente aperti ad un’altra realtà di voi stessi per iniziare a comprendere ciò che siete oltre la materia.

Noi non possiamo davvero insegnarvi quello che non potete comprendere perché non avete gli strumenti adatti e perché non siete venuti su questo mondo per capire ciò che non appartiene a questo mondo!

Tuttavia, ci sono sempre delle porte, ci sono sempre dei corridoi, dei passaggi tra il vostro mondo molto denso e i mondi molto più sottili nei quali si trova la vostra anima (non sono proprio dei mondi sottili, è un’irrealtà a livello fisico). Esistono dei passaggi vibratori, dei passaggi energetici (tutto questo avviene nella coscienza spirituale) tra ciò che siete come corpo energetico e vibratorio, e tra ciò che siete come corpo fisico.

Se vi diciamo tutto questo, è anche per ripristinare una certa verità. Noi diamo agli esseri umani secondo ciò che sono e secondo quanto possono comprendere. Diciamo ancora che ciò che vi offriamo oggi, potrà essere obsoleto domani, perché se vi siete evoluti molto, tutto questo non servirà più a nulla.

Faremo l’esempio della scuola materna e della facoltà. Nella scuola materna, imparate certe cose. Più evolvete e più comprendete. Tuttavia un mondo separa la scuola materna dalla facoltà. Tutto ciò può essere facilmente compreso a livello di consapevolezza.

Diciamo ancora questo: un’anima non può essere in alcun modo distrutta da un essere umano! Un’anima può essere riconfigurata, ma mai distrutta! Un’anima non può in alcun modo soffrire per nessun motivo! Solamente la personalità umana, l’ego umano e l’emozionale umano possono soffrire.

Un essere umano può soffrire per un problema affettivo molto forte (alcuni dicono che la loro anima sta soffrendo!). Non è l’anima a soffrire, ma la personalità umana, l’ego umano, tutto ciò che corrisponde ai sentimenti e alle emozioni umane.

L’anima non ha niente a che vedere con tutto questo! L’anima è al di sopra della sofferenza! Non è l’anima a soffrire per una qualsiasi distruzione del corpo. In definitiva chi soffre è sempre la personalità umana, le emozioni umane, i sentimenti umani e l’ego.

La maggior parte dei numerosi esseri venuti su questo mondo di terza dimensione a sperimentare la materia, quando abbandona il proprio corpo fisico, attraversa molto facilmente il tunnel e ritrova altri mondi di Luce. Essi vanno su mondi che corrispondono a ciò che hanno potuto raggiungere di vita in vita, in funzione di quanto hanno potuto comprendere e in base alla loro evoluzione.

La nostra speranza è che possiate elevare un po’ di più la vostra coscienza verso le parti superiori del vostro essere e che non vi sentiate più in colpa per una sofferenza che, talvolta, alimentate, una sofferenza che, nella vostra coscienza, può appartenere ad un’altra vita.

Diciamo solo questo:

Se riuscite a liberarvi completamente da tutte le sofferenze, da tutte le emozioni che avete vissuto dalla vostra nascita fino alla vostra partenza dal pianeta Terra, se riuscite a disfarvene, avrete veramente compiuto un buon lavoro spirituale e anche molto bello!

Quindi non accusate mai, né una vita precedente, né una relazione difficile! Non accusate niente e nessuno! Ancora una volta, voi siete i vostri stessi maestri!

 

Messaggio canalizzato da Monique Mathieu | Fonte: ducielalaterre.org

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'attivazione dei cookie agevola la navigazione sul Web. I cookie sono file creati dai siti web che hai visitato, che memorizzano informazioni, ad esempio la tua lingua preferita o i dati del profilo. Questo sito non fa uso di cookie a fini di profilazione. Sono presenti invece cookie di terze parti per l'integrazione con i social network. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. L'attivazione dei cookie agevola la navigazione sul Web. I cookie sono file creati dai siti web che hai visitato, che memorizzano informazioni, ad esempio la tua lingua preferita o i dati del profilo. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi