Molte sofferenze e prove vengono inviate dal mondo invisibile al fine di mettere alla prova le forze spirituali che sono in noi. Quando siamo sazi, ricchi, colmi di beni, sfioriamo soltanto la superficie delle cose, mentre l’isolamento e la tristezza ci spingono a entrare in noi stessi per scovare nuove risorse. Il ruolo dell’Iniziazione è quello di insegnare all’uomo a entrare nel profondo di Se stesso per trovarvi la vera ricchezza, la vera forza, il vero sostegno. Un tempo, le Iniziazioni avvenivano nei templi; ora avvengono dovunque nella vita e nei momenti in cui sono meno attese. Penserete: “Ma perché il mondo invisibile non ci manda dei segnali per avvertirci in tempo che stanno giungendo delle prove da affrontare?”
Perché, di fronte all’imprevisto, siete obbligati a entrare più profondamente in voi stesso e a fare degli sforzi molto maggiori.
Tutti, prima o poi, sono costretti ad affrontare delle prove e, quando vengono, ci si deve rallegrare, poiché ogni volta si aggiungono nuove ricchezze. Tutti coloro che non hanno provato la sofferenza sono molto poveri e privi di colori per dipingere i loro quadri, simbolicamente parlando. Chi invece ha sofferto può utilizzare tutte le sensazioni che ha vissuto per dipingere il quadro della propria vita. I grandi geni, tutti coloro che hanno compiuto opere importanti nella loro esistenza, hanno sofferto molto. Dapprima possedevano soltanto dell’inchiostro nero, ma poi da quell’inchiostro sono usciti i colori più belli.

– Omraam Mikhaël Aïvanhov –