IO HO DATO A TUTTO QUELLO CHE VEDO IN QUESTA STANZA, IN QUESTA STRADA, DA QUESTA FINESTRA, IN QUESTO LUOGO, TUTTO IL SIGNIFICATO CHE HA PER ME.

Esempio: Io ho dato a questa penna tutto il significato che ha per me.

1. Gli esercizi con questa idea sono gli stessi di quelli della prima lezione.
Inizia con le cose che ti sono vicine ed applica l’idea a qualsiasi cosa su cui si posi il “TUO SGUARDO”.
Poi aumenta il campo d’azione verso l’esterno.
Gira la testa in modo da includere qualsiasi cosa ci sia su entrambi i lati.
Se possibile, voltati e applica l’idea a quello che c’era dietro di TE.
Mantieniti il più indiscriminato possibile nel selezionare i soggetti su cui applicarla, non concentrarti su nulla in particolare, e non cercare di includere tutto quello che vedi in una certa area, altrimenti introdurrai “TENSIONE” nell’esercizio.

2. Guardati intorno semplicemente e abbastanza velocemente, cercando di “EVITARE” di selezionare a seconda della dimensione, lucentezza, colore, materiale o importanza relativa per TE.
Prendi i soggetti semplicemente man mano che li vedi.
Cerca di applicare l’esercizio con eguale facilità ad un corpo o ad un bottone, ad una mosca o ad un pavimento, ad un braccio o ad una mela.
L’unico criterio per applicare l’idea a qualcosa è semplicemente che i “TUOI OCCHI” vi si siano posati sopra.
Non cercare di includere niente di particolare, ma “SII CERTO” di non escludere niente di specifico.

 

Gli esercizi qui proposti li trovi sul libro UN CORSO IN MIRACOLI.