Si parla tanto di Legge di Attrazione. Ci sono libri, film, conferenze in abbondanza su questo argomento, eppure sono davvero pochi i “fortunati” che sono riusciti e che riescono ad applicarla nella quotidianità.
Qual è il segreto, il trucco, la chiave che fa funzionare questa legge?

Il processo che attiva il tutto é abbastanza semplice: il Pensiero, unito all’Emozione che proviamo, innesca un processo chimico che influisce sulla materia, creando così la Realtà.

Per quanto sia un processo molto semplice, tendiamo a fare un errore che lo ostacola.

Il Pensiero e l’Emozione

Ogni giorno la nostra mente è invasa da una miriade di pensieri, alcuni passano una sola volta, altri si ricorrono costantemente nel tempo. Questi pensieri restano assopiti, inermi se quando li abbiamo non proviamo emozioni intense. Al contrario, quando pensiamo a qualcosa che ci provoca dei sentimenti forti, siano essi positivi che negativi, allora qui vi sarà l’innesco per la creazione della Realtà. I pensieri producono emozioni e le emozioni creano le vibrazioni creatrici.

E’ necessario quindi prestare molta attenzione sia ai nostri pensieri che alle nostre emozioni, in quanto entrambi giocano un ruolo fondamentale nella creazione della Realtà.

Quando ci lamentiamo dei soldi perché non ne abbiamo abbastanza, ci stiamo concentrando sulla mancanza e lamentandoci non facciamo altro che amplificare le vibrazioni di mancanza, continuando a creare mancanza di denaro! In questo caso la lamentela ci sta tenendo fuori dall’allineamento con la vera fortuna che vogliamo avere.

L’emozione che provi è un preciso ed accurato indicatore del tuo punto d’attrazione; solo allora puoi iniziare a fare qualcosa a riguardo.

Anche se chiedi di essere sano ma dentro di te hai paura di ammalarti, per una qualsiasi ragione, attirerai solamente malattia.
Ci sono persone che si lamentano delle loro patologie con chiunque e continuano a raccontarle finché la malattia non diventa una vibrazione attiva dentro di loro, fino a diventare vibrazione dominante. A questo punto tale vibrazione diventa una credenza. Una credenza non è altro che un pensiero ripetuto.

In poche parole, ogni pensiero che non abbiamo mai veramente concepito é potenzialmente attivo, ma solo se sentiamo una emozione al riguardo esso diventa attivo abbastanza da essere partecipe al processo di attrazione e di creazione.

Se siamo spesso scoraggiati nei confronti del denaro, lo sconforto é indicatore della divergenza vibrazionale tra la fortuna che ci attende ed i pensieri che ci trattengono da essa, Sentiamo questa emozione negativa ma non sappiamo bene cosa sia e non sappiamo che questa emozione ci terrà lontano da ciò che davvero desideriamo, semplicemente perché siamo concentrati su quello che non abbiamo!

La svolta: cambiare pensiero

Abbiamo quindi capito qual é l’errore più frequente che tendiamo a fare ogni giorno: ci concentriamo su pensieri sbagliati. Se voglio salute non devo concentrarmi sulla mia malattia pensando “Voglio essere sano; sono stanco di essere sempre ammalato”, convogliando pensieri negativi sulla malattia.
Devo invece accettare e benedire la mia malattia, in quanto questa esperienza mi porta ad una nuova consapevolezza. Se mi sono ammalato c’é un motivo: cosa ho sbagliato? Quale comportamento mi ha portato a questa situazione? Comprendo e accetto. Ora mi concentro sulla mia guarigione e sono sicuro che guarirò!
Non basta pronunciare queste parole, dobbiamo anche sentirle come verità, dobbiamo crederci davvero! E magicamente le vibrazioni che creeremo diventeranno attive, fino a creare la condizione di perfetta salute.

Concentrarsi sulla guarigione ci aiuta a superare la vibrazione negativa della malattia, guarendo più velocemente.

Tutto parte dal nostro pensiero

Ogni cosa che ci capita nella vita l’abbiamo attirata noi, con un pensiero, con un gesto, con una sola parola. Questo perché siamo tutti uniti e collegati nel grande campo Akashico.
E come diceva Galileo Galilei “Le cose sono unite da legami invisibili: non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.”
Abbiamo un grande potenziale dentro di noi, dobbiamo solo comprendere come usarlo.
Tutto parte dal nostro pensiero! Come diceva Henry Ford “Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione!”.

Laura Callegaro | crescitaspirituale.it