Silenzio – espressione della presenza divina

Certe persone non sopportano il silenzio, poiché lo percepiscono come un vuoto, un’assenza: assenza di movimento, assenza di vita. In realtà c’è silenzio e silenzio, e in generale si può dire che ne esistono due specie: quello della morte e quello della vita superiore. 

Quello che dobbiamo amare e coltivare in noi è il silenzio della vita superiore. Questo silenzio non è un’inerzia, bensì un lavoro intenso che si realizza in seno a una perfetta armonia. E non è neppure un vuoto, un’assenza, ma una pienezza paragonabile a quella che provano gli esseri uniti da un grande amore: ciò che vivono è qualcosa di così profondo che non possono esprimerlo né a gesti né a parole.

Il vero silenzio è l’espressione di una presenza, la presenza divina.

– Omraam Mikhaël Aïvanhov –