Un Corso in Miracoli: Lezione 14

DIO NON HA CREATO UN MONDO SENZA SIGNIFICATO

1. L’idea di oggi e’, naturalmente, la ragione per cui un mondo “SENZA SIGNIFICATO”e’ impossibile.
Quello che DIO non ha creato non esiste.
E TUTTO QUELLO CHE ESISTE, ESISTE COME LUI LO HA CREATO.
Il mondo che vedi TU non ha nulla a che fare con “LA REALTA'”.
È un mondo che hai fatto TU, e non esiste.

2. Gli esercizi di oggi vanno fatti con gli “OCCHI CHIUSI” dall’inizio alla fine.
Il periodo di ricerca mentale deve essere breve, un minuto al massimo.
Non fare più di tre periodi di pratica con l’idea di oggi, salvo che TU ti senta a tuo agio nel farli.
Se è così significa che HAI capito veramente il “LORO SCOPO”.

3. L’idea di oggi e’ un altro passo nell’imparare a lasciar andare i pensieri che HAI scritto sul mondo, e a vedere “LA PAROLA DI DIO” al loro posto.
I primi passi di questo scambio, che può davvero “CHIAMARSI SALVEZZA”, possono essere alquanto difficili e persino piuttosto dolorosi.
Alcuni ti porteranno direttamente nella paura. Ma non sarai lasciato li’.
Andrai molto al di la’ di essa.
Andiamo nella direzione “DELLA PACE” e “DELLA SICUREZZA” perfette.

4. Con gli “OCCHI CHIUSI”, pensa a tutti gli orrori del mondo che attraversano la TUA mente.
Cita ciascuno di essi via via che si presenta, e poi negante la realtà.
DIO non lo ha creato, quindi non è reale.

Puoi dire, per esempio:

DIO NON HA CREATO QUELLA GUERRA, E QUINDI ESSA NON E’ REALE.
DIO NON HA CREATO QUEL DISASTRO AEREO, E QUINDI ESSO NON E’ REALE.
DIO NON HA CREATO QUELLA CALAMITA’ (specifica quale),
E QUINDI ESSA NON E’ REALE.

5. Soggetti adatti per l’applicazione dell’idea di oggi includono qualsiasi cosa che TU temi possa accadere a te o a qualcuno di cui sei interessato.
Per ciascun caso nomina la calamità in modo specifico.
Non usare termini generici.
Per esempio, non dire DIO non ha creato la malattia, ma DIO non ha creato il cancro, o gli infarti, o qualunque cosa susciti paura in TE.

6. Quello che stai guardando è il TUO repertorio personale di orrori.
Queste cose fanno parte del mondo che TU vedi.
Alcune di esse sono illusioni che condividi con altri, mentre altre sono parte del TUO inferno personale. “NON IMPORTA”.
Quello che DIO non ha creato può trovarsi soltanto nella “TUA MENTE” separata dalla SUA.
PERTANTO NON HA SIGNIFICATO.
A riconoscimento di “QUESTO FATTO”, concludi i periodi di pratica ripetendo l’idea di oggi:

DIO NON HA CREATO UN MONDO SENZA SIGNIFICATO.

7. Naturalmente l’idea di oggi può essere applicata, al di fuori dei periodi di pratica, a qualunque cosa ti disturbi durante la
giornata.
SII MOLTO SPECIFICO NELL’APPLICARLA.

Puoi dire:

DIO NON HA CREATO UN MONDO SENZA SIGNIFICATO.
EGLI NON HA CREATO ( specifica la situazione che ti sta disturbando), E QUINDI ESSA NON E’ REALE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *