LA MIA MENTE E’ PREOCCUPATA DA PENSIERI DEL PASSATO.

1. Questa idea, ovviamente, e’ la ragione per cui vedi solo il passato. Nessuno “IN RELATA'” vede qualcosa.
Ognuno vede solo “I PROPRI” pensieri” proiettati all’esterno.
La preoccupazione “DELLA MENTE” riguardo al passato e’ la causa dell’errata concezione del tempo di cui soffre il TUO modo di vedere.
La TUA mente non può cogliere “IL PRESENTE”, che è l’unico momento che c’è.
Quindi non può comprendere il tempo e non può, di fatto, comprendere nulla.

2. L’unico pensiero “TOTALMENTE VERO” che si può mantenere sul passato e’ che non è qui.
Pensare ad esso e’ quindi pensare a delle illusioni.
Pochissimi si sono “RESI CONTO” di cosa implichi veramente raffigurare il passato o prevedere il futuro.
“LA MENTE” e’ veramente vuota quando fa questo, perché in realtà non sta pensando a niente.

3. Lo scopo degli esercizi di oggi e’ di iniziare ad allenare la TUA mente a riconoscere quando “IN REALTA'” non sta affatto pensando.
Finché la TUA mente e’ preoccupata per idee sconsiderate, “LA VERITA'” e’ bloccata.
Il primo passo nell’aprire la strada “ALLA VISIONE” consiste nel riconoscere che la “TUA MENTE” era semplicemente vuota, anziché credere che fosse piena di idee concrete.

4. Gli esercizi per oggi devono essere fatti ad “OCCHI CHIUSI”.
Questo perché davvero TU non puoi vedere nulla, e ti è più facile riconoscere che per quanto vividamente TU possa raffiguranti un pensiero, TU non stai vedendo niente.
Con il minor investimento possibile, passa in rassegna i pensieri che si trovano nella TUA mente per il solito minuto circa, osservando semplicemente i pensieri che vi trovi.
Identifica ciascuno di essi secondo la figura o il tema centrale che contiene e poi passa al successivo.
Inizia i periodi di pratica dicendo:

SEMBRA CHE IO STIA PENSANDO A ………………

5. Poi identifica specificatamente ogni TUO pensiero, per esempio:

SEMBRA CHE IO STIA PENSANDO A ( nome di una persona ), A ( nome di un soggetto), A ( nome di un’emozione)

e così via, concludendo alla fine del periodo di ricerca mentale
con :

MA LA MIA MENTE E’ PREOCCUPATA DA PENSIERI DEL PASSATO.

6. Questo può essere fatto quattro o cinque volte durante la giornata, a meno che non lo trovi irritante.
Se così fosse, tre o quattro saranno sufficienti.
Può essersi utile, comunque, includere la TUA irritazione, o qualsiasi emozione che l’idea di oggi possa causare, nel processo stesso di ricerca mentale.

Gli esercizi qui proposti li trovi sul libro UN CORSO IN MIRACOLI.