Un Corso in Miracoli: Lezione 23

IO POSSO SFUGGIRE AL MONDO CHE VEDO RINUNCIANDO AI MIEI PENSIERI DI ATTACCO

1. L’idea di oggi racchiude “L’UNICA VIA D’USCITA” dalla paura che avrà mai successo.
Nient’altro funzionerà: tutto il resto e’ privo di significato.
MA QUESTA VIA NON PUO’ FALLIRE.
Ogni TUO pensiero costruisce un segmento del mondo che vedi.
È quindi coi TUOI pensieri che dobbiamo lavorare per cambiare la “TUA PERCEZIONE” del mondo.

2. Se i pensieri di attacco sono la causa del mondo che vedi, devi imparare che sono questi pensieri “QUELLO CHE NON VUOI”.
Non ha senso lamentarsi del mondo.
Non ha senso cercare di cambiare il mondo.
Esso è incapace di cambiare perché è soltanto un effetto.
Ma ha invece “MOLTO SENSO” modificare i TUOI pensieri sul mondo.
QUI CAMBI LA CAUSA.
L’EFFETTO CAMBIERA’ AUTOMATICAMENTE.

3. Il modo che vedi è vendicativo, e tutto in esso è simbolo di vendetta.
Ciascuna delle TUE percezioni di realtà esterna è una rappresentazione figurata dei TUOI pensieri di attacco.
Ci si può ben chiedere se questo possa mai essere chiamato vedere. Non è forse più adatta la parola fantasia per questo processo, ed allucinazione un termine più appropriato per il suo risultato?

4. TU vedi il mondo che hai costruito, ma non vedi “TE STESSO” come colui che lo ha fatto.
Non puoi essere salvato dal mondo, ma “PUOI SFUGGIRE” alla sua causa.
Questo e’ il significato “DELLA SALVEZZA”, poiché, dov’è il mondo che vedi quando la sua causa non c’è più?
LA VISIONE HA GIA’ UN SOSTITUTO PER TUTTO QUELLO CHE CREDI DI “vedere” ORA.
“LA BELLEZZA” può illuminare le TUE immagini e trasformarle così in modo da fartele amare, anche se erano state fatte di odio. PERCHE’ NON LE FARAI DA SOLO.

5. L’idea di oggi introduce il pensiero che TU non sei intrappolato nel mondo che vedi, poiché se ne può cambiare “LA CAUSA”.
Questo cambiamento richiede che la causa venga prima identificata e poi lasciata andare, in modo che possa “ESSERE SOSTITUITA”.
I primi due passi di questo procedimento richiedono la TUA collaborazione.
QUELLO FINALE NO.
Le TUE immagini sono già state sostituite.
Facendo i primi due passi vedrai che e’ cosi’.

6. Oltre ad usare l’idea, nel corso della giornata, ogniqualvolta nasce un bisogno, sono richiesti cinque periodi di pratica per l’applicazione dell’idea di oggi.
Nel guardarti intorno, ripeti dapprima l’idea, poi “CHIUDI GLI OCCHI”e dedica un minuto circa a cercare nella TUA mente quanti più pensieri di attacco puoi trovarvi.
Man mano che ti vengono in mente, di’:

POSSO SFUGGIRE AL MONDO CHE VEDO RINUNCIANDO AI PENSIERI DI ATTACCO SU……..

Tieni in mente ciascun pensiero di attacco mentre dici questo, poi lascialo andare e passa al successivo.

7. Nelle esercitazioni, assicurati di includere i pensieri riguardanti sia l’attaccare che l’essere attaccato.
I loro effetti sono identici poiché i pensieri sono identici.
Tu non lo riconosci ancora, e a questo punto ti si chiede soltanto di trattarli come uguali nei periodi di pratica odierni.
Siamo ancora nella fase di identificazione della causa del mondo che vedi.
Quando finalmente imparerai che i pensieri riguardanti l’attaccare e l’essere attaccati non sono diversi, “SARAI PRONTO” a lasciare andare la causa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *