Il principio LOL2A – Introduzione

Nel cosmo infinito – tra miliardi di altri – si muove un granello di polvere che dai suoi abitanti è stato chiamato “Pianeta Terra”.

Da millenni vi succedono cose strane. Gli esseri che vi abitano, e che si sono dati il nome di uomini, trascorrono gran parte del loro tempo combattendosi a vicenda; e a volte addirittura si uccidono. E, per essere obiettivi, questo succede per motivi assolutamente incomprensibili. Non è in gioco il dominio sull’intero granello di polvere chiamato “Terra”, no, è in gioco il dominio su un’infinitesima parte di essa.

Altrettanto incomprensibile è il fatto che gli esseri umani da millenni vivano nella convinzione che nell’infinità del cosmo non esistano altre intelligenze superiori. Pur non sapendo come funzioni l’universo. questi esseri si considerano l’apice della creazione. Ancora oggi sono in voga teorie che si basano nell’idea che l’uomo, massima espressione della creazione, sia fondamentalmente aggressivo e che quindi i conflitti, le guerre, gli assassini e le stragi siano qualcosa con cui l’umanità dovrà sempre fare i conti.

Abbiamo considerato la Terra come un granello di polvere nell’infinità del cosmo; immaginiamo ora che degli esseri altamente evoluti, provenienti dalle profondità dell’universo, ogni cento o mille anni visitino la Terra (cosa sono in fondo mille anni nel cosmo?). Essi vengono per vedere se l’umanità ha finalmente compreso come funziona la Vita. Di sicuro finora questi visitatori se ne sono sempre andati scuotendo la testa. Non riuscendo a capire perché gli uomini non siano in grado di comprendere. Del resto, per una mente evoluta è sicuramente difficile accettare che la mente umana non funziona i come dovrebbe.

Ciò di cui si parla in questo libro è la vita. L’autore cerca di fornire delle “istruzioni per l’uso” della vita. Esistono istruzioni per far funzionare l’automobile, la lavatrice, il frigorifero, il televisore ecc. Qui si offre un’istruzione per l’uso della vita. Per qualcuno potrebbe rivelarsi un manuale molto utile.

Potrebbe scoprire, ad esempio, che non esiste alcuna legge naturale che stabilisce che dobbiamo combatterci a vicenda e talvolta persino ucciderci.

Potrebbe anche verificare che non esiste alcuna legge naturale che stabilisce che la vita debba per fona consistere in una serie di problemi più o meno grandi.

Potrebbe scoprire che esistono delle leggi della vita che noi spesso, troppo spesso. infrangiamo, rendendoci l’esistenza inutilmente difficile.

E potrebbe anche constatare che il “Principio LOLA”) indica la via verso la soluzione di tutti i problemi. Ma questo lo scoprirà solo applicandolo alla sua vita. Solo allora qualcuno potrà constatare che Hermann Hesse aveva ragione quando scriveva nel suo libro Siddharta la seguente frase:

” Il mondo, caro Govinda, non è imperfetto,
o impegnato in una lunga via verso
la perfezione: no, è perfetto in ogni istante.”

 

Estratto dal libro “Il Principio LOL²A – La perfezione del Mondo” di René Egli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *