I miei demoni li ho nutriti con l’accettazione e l’ascolto

I miei demoni li ho nutriti con l’accettazione e l’ascolto. Li ho fatti sedere intorno a me e li ho chiamati per nome, solo allora hanno smesso di farmi paura e sono diventati alleati potenti.
Avevano il nome del ricatto, dell’invisibilità, dell’inadeguatezza, del dolore della perdita, dell’abbandono, della paura.
Finché li ho combattuti o ignorati hanno divorato la mia vita e le mie relazioni.
I demoni vanno abbracciati, in quel momento ti apriranno le porte della rinascita.
Il demone della paura ti parlerà di quanto ti sei allontanata dalla tua natura, ti parlerà delle passioni che hai messo a tacere, della tua voce che non ascolti più, di come sei rimasta incastrata in una vita che non è quella che desideri.
Il demone dell’invisibilitá ti racconterà del tuo bisogno di brillare, quello dell’inadeguatezza ti mostrerà i tuoi doni e il tuo potere personale.
Ognuno di loro avrà una storia da raccontarti, ascoltala.
I demoni sono come i draghi, vanno abbracciati e accolti, non vanno uccisi.”

“Il curioso paradosso è che quando accetto me stesso per quello che sono, allora posso cambiare”

-Carl Rogers-

Con Amore e Gratitudine
Segui Crescita Spirituale su Telegram:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.