Un Corso in Miracoli: Lezione 22

QUELLO CHE VEDO E’ UNA FORMA DI VENDETTA

1. L’idea di oggi descrive accuratamente il modo in cui deve vedere il mondo chiunque serbi nella “PROPRIA MENTE” pensieri di attacco. Avendo proiettato la propria rabbia sul mondo, vede che la vendetta sta per colpirlo.
Il SUO stesso attacco e’ così percepito come autodifesa.
Questo diventa un circolo sempre più vizioso, finché EGLI è disposto a cambiare il proprio modo di vedere.
Altrimenti saranno pensieri di attacco e contrattacco ad occupare la “SUA MENTE” e a popolare tutto il SUO mondo.
Quale pace mentale gli sarà quindi possibile avere?

2. È proprio da questa brutale fantasia che TU vuoi fuggire.
Non è una notizia gioiosa venire a sapere che essa non è reale? Non è una scoperta felice scoprire che “PUOI FUGGIRE”?
“TU STESSO” hai fatto quello che vuoi distruggere: tutto quello che odi e che vuoi attaccare e uccidere.
Tutto quello di cui hai paura non esiste.

3. Guarda il mondo che ti circonda almeno cinque volte oggi, per almeno un minuto ogni volta.
Mentre i TUOI occhi si muovono lentamente da un oggetto all’altro, da un corpo all’altro, ripeti a te stesso:

IO VEDO SOLO QUELLO CHE PERISCE.
NULLA DI QUELLO CHE VEDO DURERA’.
QUELLO CHE VEDO NON E’ REALE.
QUELLO CHE VEDO E’ UNA FORMA DI VENDETTA.

Alla fine di ogni periodo di pratica, chiedi a te stesso:
E’ DAVVERO QUESTO IL MONDO CHE VOGLIO VEDERE?
La risposta e’ sicuramente ovvia.

Lascia un commento

L'attivazione dei cookie agevola la navigazione sul Web. I cookie sono file creati dai siti web che hai visitato, che memorizzano informazioni, ad esempio la tua lingua preferita o i dati del profilo. Questo sito non fa uso di cookie a fini di profilazione. Sono presenti invece cookie di terze parti per l'integrazione con i social network. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. L'attivazione dei cookie agevola la navigazione sul Web. I cookie sono file creati dai siti web che hai visitato, che memorizzano informazioni, ad esempio la tua lingua preferita o i dati del profilo. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi